Da nerd a specialista Help Desk: quello che devi sapere

Te la sei sempre cavata con il computer. Ma per diventare un vero professionista occorre metodo. Non ci si improvvisa. Scopri come trasformare la tua passione per la tecnologia in un lavoro.

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Hai sempre avuto la passione per i Pc.

Sei considerato lo “smanettone” dei computer, quello bravo da chiamare in caso di problemi.

Possiedi il “fuoco sacro” per la tecnologia, però ti manca qualcosa. Forse è una spinta, forse è un’idea o un consiglio.

La passione fa tanto, ma hai pensato che potrebbe diventare un vero lavoro e non più una cosa che fai di sera o perché il tuo capo ti fa fare “anche” quello (oltre a tutto il resto)?

Il salto evolutivo da nerd a help desk specialist

Intanto diamo un senso alle parole: Help desk Specialist è un termine inglese, diventato talmente di uso comune che l’utilizzo del corrispondente termine italiano sembrerebbe forzato.

Ma, volendoci provare significa una cosa del tipo: “la scrivania dello specialista che ti aiuta a risolvere problemi”, in pratica è il supporto tecnico informatico che si trova all’interno delle aziende o delle organizzazioni che hanno bisogno di qualcuno che si occupi di far funzionare l’infrastruttura.

L’Help desk Specialist è il primo punto di riferimento per gli utenti, un tecnico che fornisce un supporto telefonico o via email, per risolvere problemi o dare assistenza tecnica. In molti casi, sappilo, è quello che salva dal panico interi gruppi di persone.

Lo dice il nome stesso è uno specialista che ti tira fuori dagli “impicci”.

Qui puoi trovare la descrizione di che cos’è un help desk specialist.

Sapere come funziona un pc o la rete non basta, bisogna fare un salto di qualità

Sai di tutto un po’. Te la cavi con il computer.

Perfetto, ma non giriamoci intorno, occorre un metodo per diventare professionisti. Altrimenti qualsiasi volenteroso e appassionato di tecnologia avrebbe un posto di lavoro garantito. E invece non è così.

Hai delle competenze tecniche ma sono sparse.

Quante volte infatti ti è capitato di leggere un annuncio per Help desk Specialist e non ritenerti idoneo per quel lavoro? (Ah…. se non ti è ancora capitato è perché forse non sapevi che si chiamasse così, ora facci caso).

Perfezionare e mettere ordine nelle tue competenze ti permetterà di darti un’identità e di sentirti più sicuro.

Inoltre un articolo del Sole24ore afferma che, la professione dell’help desk, rientra nella top 10 delle qualifiche più richieste.

Qui puoi leggere l’articolo.

5 motivi per formarti come Help desk Specialist

Vogliamo fornirti 5 buoni motivi per cui crediamo sia importante specializzarti e iniziare la tua carriera come help desk specialist.

1. È un ottimo punto di partenza per chi vuole lavorare nel mondo dell’informatica

Il “punto forte” è il percorso di crescita.

Imparerai una quantità non indifferente di nozioni in pochissimo tempo e potrai sperimentarle su più realtà aziendali.

La parola chiave è sperimentare in più modi e diverse volte. L’obiettivo è risolvere il problema.

2. Multidisciplinarità

La definizione letterale dal vocabolario Treccani è “non limitato a un unico campo o materia di studio, che integra diverse discipline”.

Ogni giorno è diverso. Non esiste uno schema fisso. Questo ti permetterà in poco tempo di vedere più cose, imparare in fretta. Sostituire il toner, sistemare la stampante, gestire i ticket sono solo alcune delle attività di cui ti occuperai.

Sarai in grado di identificare soluzioni e problemi. In questo lavoro non esiste la noia.

3. Crescita professionale continua

Scegliere come professione quella dell’Help desk Specialist ti porterà ad aumentare le tue competenze professionali e l’esperienza. Di conseguenza avrai la possibilità di affrontare problemi sempre più complessi e sfidanti.

Potrai decidere, con il tempo, in base alle tue propensioni, se continuare come help desk o diventare un networker o un sistemista.

4. Non è solo questione di tecnica ma anche di fattore umano

Le relazioni sono importanti.

Potresti pensare, sbagliando, che l’Help desk Specialist svolga il suo lavoro in solitaria. Solo lui e il pc. In realtà, se sceglierai questo lavoro, ti interfaccerai con tantissime persone e realtà differenti.

Imparerai a interfacciarti con vari clienti e li aiuterai risolvendo i loro problemi. Questo aspetto non è né ovvio, né banale. Gestire le macchine ha la sua complessità, gestire le persone anche. E bisogna imparare a farlo.

5. L’arte di riconoscere e gestire i problemi

Fare l’help desk non significa Googlare semplicemente il problema per scoprire la soluzione guardando qualche tutorial. Questo non fa di te un esperto, sicuramente un tipo sveglio, ma non un esperto. Ci sono cose che non saprai risolvere immediatamente ma il bello è proprio questo.

Anche se i problemi informatici sembrano tutti uguali si manifesteranno in modi diversi.
Quello che deve fare un Help desk Specialist, oltre capire quale sia il problema, è analizzarlo.

La capacità di analisi ti permetterà di analizzare le situazioni in modo critico e trovare la soluzione più adatta al problema.

Noi non sappiamo quali siano i tuoi piani per il futuro, come ti vedi da qui ai prossimi due o tre anni. Ma una cosa è certa: costruirsi una professione può essere come scalare una montagna. Alcuni si fermano al primo livello, altri arrivano in cima. Dipende dall’attrezzatura e dalla preparazione.

Tienilo a mente quando vedrai il prossimo annuncio di lavoro per Help Desk Specialist.

Condividi su:

Share on facebook
Share on twitter
Share on linkedin
Share on telegram
Share on email

Articoli più letti: